L’Addestramento

Arianna e il Minotauro si sono finalmente incontrati. Si sono guardati negli occhi. Il Riconoscimento è avvenuto. Una scintilla è passata tra i loro cuori. Il legame si è ricostruito.
E vissero felici e contenti.
Questo sarebbe il solito finale di tutte le grandi storie d’amore.
Ma i finali delle storie reali non sono mai scontati, mai soliti.
La relazione tra Arianna e il Minotauro non è tutta rose e fiori, come si suol dire.
Abbiamo già detto che Arianna è la summa di tutte le Virtù, è dolce, paziente, forte e decisa al tempo stesso. In un’unica parola: Divina.
D’altro canto il Minotauro.
Bestiale, goffo, impaziente, irascibile, insicuro, instabile, tutti gli aggettivi e il loro contrario. La summa di tutti i vizi. Ma potentissimo.
Il Minotauro lasciato solo fuori dal Labirinto è un pericolo, una mina vagante, pronta ad esplodere da un momento all’altro, incontrollabile.
L’unica che riesce ad avere un ascendente -si dice così?- su di lui è Arianna, appunto.
Lei comincia ad addestrarlo, lo guida, in un certo senso lo domina, ma non perchè vuole sottometterlo per svilirlo o ammansirlo, ma soltanto perchè lo ama.
Per Amore lei lo deve addestrare, deve insegnargli a dirigere la sua forza, la sua potenza.
Perchè Arianna sa, che senza la sua guida, il Minotauro morirebbe.
E lei non vuole questo. Lei vuole farlo vivere.
Ma vivere davvero, non la vita che aveva prima di incontrarla, quando ancora viveva nel Labirinto. Quella non era Vita. Quella era una copia pietosa e svilente di cosa è la Vita.
Quell’ammasso di pelo, carne, sangue, muco, farcito di paura, insicurezza, morte, quello non era il vero Minotauro.
Nessuno riusciva a vederlo. Nessuno era riuscito ad andare oltre quella mostruosa apparenza.
Tutti ne erano spaventati o disgustati. Tutti, eccetto Arianna.
Solo a lei, quindi, spettava il compito di addestrarlo, di trasformare quella potentissima belva in un Uomo.
Lei aveva dei progetti per lui. Insieme avrebbero fatto grandi cose. Cose che il Minotauro neanche immaginava, cose al di là della sua capacità di pensare, che tra l’altro non era molto estesa!

Arianna+Minotauro

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...