La Moltiplicazione

Esiste uno stato in cui le risorse sono limitate, in cui la famosa coperta è troppo corta per coprire tutti.
In questo stato ci si dibatte, si lotta, si guarda con sospetto l’altro che vuole accaparrarsi un angolo della coperta, si sgomita il più possibile per farsi spazio e trovare un po’ di nutrimento, per sopravvivere.
Questo succede in qualsiasi campo nella nostra esistenza, nella vita di coppia, sul lavoro, con gli amici, in famiglia, in politica.
Io sono madre di tre bambini e sono anche figlia, e una della frasi che ho sentito spesso ripetere nel corso degli anni è : “L’amore di una mamma per i figli, non si divide, ma si moltiplica”.
Bella, bellissima frase.
Una volta credevo che acquisendo il titolo di mamma avrei avuto automaticamente accesso a quell’amore moltiplicatore di cui si fa accenno sopra, ma mi sono dovuta tristemente ricredere.
Il titolo di madre non ti da accesso automatico a quello stato! Ma soprattutto quello non è uno stato automatico, nè tantomeno naturale e non dipende assolutamente da un titolo!
Entrare in quello stato di amore moltiplicatore è una conquista, un lavoro che devo svolgere costantemente e diligentemente su me stessa, altrimenti ricado nella scarsità, nello stato in cui la coperta non è grande abbastanza, neanche per coprire me stessa, figuriamoci gli altri!
Quando sono nello stato di scarsità, vivo nella paura, di non essere sfamata, di non trovare nutrimento, paura che qualcuno mi rubi quello che mi spetta, la mia parte!
Mi affanno, cerco modi, strategie, per riuscire.
Mi sento deprivata, defraudata del mio diritto naturale! Il diritto al nutrimento, il diritto all’amore.
Non ce n’è per nessuno, non ce n’è per il partner, non ce n’è per i figli, non ce n’è per gli amici, non ce n’è per i colleghi, per nessuno!
Poi, attraverso un certo tipo di sforzo, che mi fa uscire dall’automaticità ritorno in me stessa, ritorno al centro.
Mi fermo, in mezzo a tutta quella moltitudine, respiro, e mi concentro sul mio cuore.
Ed è lì, nel mio cuore che è nascosto uno scrigno, una porta d’oro, che magicamente si apre, se si ritrova il coraggio di bussare.
Da quella porta arriva una luce calda, che mi avvolge e che mi rassicura.
Non preoccuparti donna, non ti affannare, non sgomitare.
Ce n’è per tutti! Il pane arriva per me, per te, per gli altri, per tutti.
Il cesto pieno di pane non finisce, non si esaurisce finchè non saremo sazi.
Le risorse non sono finite, la coperta non è corta.
WOW! Questo si che è uno stato che mi piace! Lo stato dove voglio vivere, per sempre!

“In quel tempo, avendo udito della morte di Giovanni Battista, Gesù partì su una barca e si ritirò in disparte in un luogo deserto. Ma la folla, saputolo, lo seguì a piedi dalle città. Egli, sceso dalla barca, vide una grande folla e sentì compassione per loro e guarì i loro malati.
Sul far della sera, gli si accostarono i discepoli e gli dissero: “Il luogo è deserto ed è ormai tardi; congeda la folla perché vada nei villaggi a comprarsi da mangiare”. Ma Gesù rispose: “Non occorre che vadano; date loro voi stessi da mangiare”. Gli risposero: “Non abbiamo che cinque pani e due pesci!”. Ed egli disse: “Portatemeli qua”.
E dopo aver ordinato alla folla di sedersi sull’erba, prese i cinque pani e i due pesci e, alzati gli occhi al cielo, pronunziò la benedizione, spezzò i pani e li diede ai discepoli e i discepoli li distribuirono alla folla.
Tutti mangiarono e furono saziati; e portarono via dodici ceste piene di pezzi avanzati. Quelli che avevano mangiato erano circa cinquemila uomini, senza contare le donne e i bambini.” (Matteo 14,13-21)

Moltiplicazione-pani-pesci-Gesù

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...